(Scarica la versione stampabile in formato pdf)

 

Call for papers - XXXIX Conferenza scientifica annuale

Bolzano (BZ), 17-19 settembre 2018 

  Bolzano3

Le regioni d’Europa tra identità locali, nuove comunità
e disparità territoriali

 

L’Associazione Italiana di Scienze Regionali (A.I.S.Re), nell’annunciare la sua XXXIX Conferenza Scientifica Annuale, invita gli interessati a presentare lavori scientifici originali. L’incontro accoglie i contributi di studiosi provenienti dalle diverse discipline afferenti all’ambito delle scienze regionali.

L’Europa è oggi attraversata da una forte domanda di autonomia da parte dei territori: da un lato, a tutela dell’identità delle comunità locali e, dall’altro, sulla spinta della richiesta di una più ampia rappresentanza delle cittadinanze residenti. Tali istanze possono, però, mettere a rischio gli obiettivi di equilibrio e di integrazione tra parti del territorio e tra chi le abita, obiettivi da sempre al centro della riflessione e delle proposte sviluppate nell’ambito delle scienze regionali.

La recente crisi ha acuito l’instabilità e allargato i divari economici e sociali non solo tra regioni, ma anche all’interno delle regioni stesse. Se la crescita economica del decennio trascorso aveva trovato impulso nell’ampliarsi degli spazi delle relazioni e degli scambi, le risposte alle minacce portate dalla crisi si sono frequentemente concretizzate nella chiusura dei confini e nella difesa dei livelli di benessere locali. Alla resilienza economica non sempre ha fatto seguito il mantenimento di solidi livelli di coesione sociale e di integrazione tra aree e comunità.

Nella XXXIX Conferenza annuale si vuole prestare particolare attenzione alle analisi, alle metodologie, alle proposte di politiche rivolte ad affrontare il tema della domanda di autonomia da parte dei territori e a come questa domanda si collochi rispetto allo sviluppo economico e sociale di regioni e paesi. Si guarderà alla crescente disparità tra aree centrali ed aree periferiche, tra aree interne e aree esposte, tra Nord e Sud dei Paesi e dell’Europa; al decentramento politico e amministrativo e ai possibili assetti istituzionali rivolti a garantire rappresentanza alle istanze locali, equità territoriale e coesione nazionale; alle comunità locali di fronte all’invecchiamento demografico e all’arrivo di nuove popolazioni a sostegno al ricambio generazionale, ai costi e benefici economici e sociali che queste apportano al sistema locale e alle politiche di integrazione.

Una particolare specificazione di questo tema della Conferenza riguarda le relazioni e i mutevoli equilibri tra territori e sistemi locali urbani e rurali, tra pianura e montagna e, all’interno delle aree montane, tra i fondivalle maggiormente urbanizzati e i territori di alta quota, zone spesso di confine tra province, regioni e stati. Le relazioni che i sistemi urbani italiani intessono con le vicine aree montane si traducono ancora oggi in rapporti non bilanciati di scambi, condizionamenti e livelli di benessere. Uno degli obiettivi della Conferenza è di raccogliere analisi e indicazioni di policy su questo specifico ambito di riflessione.

Sessioni Plenarie e Semiplenarie

La Conferenza dedica la sessione plenaria ad approfondire il tema del convegno: “Le regioni d’Europa tra identità locali, nuove comunità e disparità territoriali”. La rivista Scienze Regionali - Italian Journal of Regional Science proporrà l’intervento di un accademico internazionale su temi rilevanti per le scienze regionali nella forma di Lectio Magistralis (quinta edizione, dopo quelle con Maryann P. Feldman nel 2017, Martin Andersson nel 2016, Bernard Fingleton nel 2015, Ron Boschma nel 2014). Ulteriori momenti comuni saranno dedicati al confronto tra associazioni delle scienze regionali europee, sul tema delle scienze regionali in Europa e a una tavola rotonda sugli equilibri tra aree urbane e montane, con la partecipazione delle università e degli istituti di ricerca d’oltralpe.

L’A.I.S.Re sollecita la presentazione di lavori scientifici sulle tematiche appartenenti alle scienze regionali riguardanti i seguenti argomenti:

A. Governance, politiche pubbliche regionali e territoriali, programmazione europea

1. Governance, programmazione, valutazione di piani e programmi; programmazione europea
2. Istituzioni, servizi pubblici e finanza territoriale
3. Relazioni e politiche internazionali, cooperazione

B. Crescita, disparità regionali e sub-regionali, economia locale
4. Crescita e sviluppo regionale e urbano
5. Sviluppo sostenibile e green economy
6. Aree interne, terre alte e sviluppo rurale

C. Imprese, innovazione, catene del valore e sistemi produttivi
7. Imprese, sistemi produttivi e politiche industriali regionali
8. Servizi alle imprese e sviluppo regionale
9. Conoscenza, innovazione e sviluppo

D. Metodi di analisi territoriale e valutazione
10. Metodi e modelli di analisi territoriale ed econometria spaziale
11. Valutazione di politiche e interventi pubblici
12. Didattica e discipline delle scienze regionali

E. Lavoro, welfare, servizi alla persona e politiche sociali
13. Mercati regionali del lavoro, demografia, immigrazione
14. Welfare, disuguaglianze, servizi alla persona e politiche sociali
15. Istruzione, formazione e occupazione

F. Benessere, cultura, turismo
16. Indicatori di benessere, capitale sociale e sviluppo locale
17. Cultura, turismo e marketing territoriale
18. Creatività e distretti culturali

G. Urbanistica, mercato immobiliare e processi di sviluppo delle città
19. Trasformazioni urbane e mercato immobiliare
20. Processi di urbanizzazione e sviluppo, pianificazione territoriale
21. Periferie e riqualificazione urbana e sociale

H. Infrastrutture, trasporti e servizi a rete
22. Infrastrutture, accessibilità, servizi a rete
23. Mobilità e trasporti urbani, a scala interregionale, europea
24. Logistica e trasporto delle merci

Un elenco dettagliato delle tematiche oggetto della Conferenza è consultabile sul sito dell’Associazione (si veda qui).

PROCEDURE E SCADENZE

Sono previste tre modalità di partecipazione alla Conferenza:

  • con singoli contributi che saranno selezionati e assegnati dal Comitato di referaggio della Conferenza a sessioni parallele in funzione del tema indicato dagli autori al momento dell’invio dell’abstract (cfr. i 24 temi di scienze regionali precedentemente elencati);
  • con sessioni organizzate e policy session. È possibile proporsi come organizzatore di sessione (non più di due sessioni per organizzatore) su tematiche specifiche assumendosi l’impegno di invitare ricercatori e studiosi interessati a iscriversi alla conferenza e a proporre propri contributi. Ai coordinatori è richiesto il pagamento dell’iscrizione all’associazione; se il pagamento avviene entro il 21/05/2018 l’iscrizione alla conferenza è gratuita. In caso di sessioni co-organizzate, l’agevolazione è riservata ad uno solo degli organizzatori. Coloro che fossero interessati a organizzare una sessione tematica devono comunicare il nominativo del responsabile scientifico organizzativo, il titolo della sessione e il numero indicativo di relazioni previste (5 per ciascun modulo di 2 ore) entro e non oltre il 2 marzo 2018 alla Segreteria (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). L’accettazione delle sessioni sarà comunicata via e-mail al proponente entro dieci giorni. Le sessioni accettate saranno caricate di volta in volta sul sito e gli abstract invitati, al momento dell’inserimento, dovranno farvi riferimento;
  • con poster allocati in una sessione dedicata e gestita dall’A.I.S.Re La stampa e il trasporto dei poster saranno responsabilità degli autori. Coloro che fossero interessati devono inviare un abstract seguendo la medesima procedura prevista per i contributi, specificando nel titolo la modalità poster. Allo scopo di sollecitare l’interesse verso questa modalità di partecipazione alla Conferenza è stata prevista la sponsorizzazione da parte di A.I.S.Re di un premio per il miglior lavoro, per un importo pari a €500 lordi. Una apposita commissione valuterà l’approfondimento tematico - metodologico della presentazione, nonché la capacità comunicativa e di sintesi per assegnare il premio.

Le istruzioni per i relatori, per l’editing dei paper e dei poster sono disponibili sul sito della conferenza nella apposita sezione.

Ogni relatore, sia individuale che invitato a una sessione organizzata, dovrà far pervenire un abstract (min. 300 - max. 400 parole) del paper o del poster entro e non oltre il 23 marzo 2018 per via telematica attraverso il sito web dell’Associazione (www.aisre.it) seguendo la procedura indicata nel sito stesso. Si ricorda che ogni ricercatore sarà ammesso a presentare al massimo due contributi (paper e/o poster) anche se potrà comparire come co-autore più volte. Nell’inviare l’abstract, tutti i contributi devono essere classificati in uno dei 24 temi proposti e solo i contributi invitati alle sessioni organizzate, devono essere classificati nell’apposita casella; gli autori di poster devono esplicitare nel titolo che si tratta di un poster. Al fine di agevolare la partecipazione da parte di ricercatori e studiosi stranieri, saranno organizzate sessioni in lingua inglese sulle diverse tematiche della conferenza. Gli autori che intendono presentare il proprio contributo in lingua inglese devono riportare la sigla “EN” in fondo al titolo.

Gli abstract dei contributi inviati spontaneamente saranno valutati da un Comitato di referaggio. L’accettazione del contributo sarà comunicata agli autori registrati al momento dell’invio, entro il 13 aprile 2018 e l’elenco degli abstract dei contributi accettati sarà pubblicato sul sito dell’Associazione.

Il pagamento delle quote a tariffa ridotta dovrà pervenire entro e non oltre il 21 maggio 2018, attraverso il sito web dell’Associazione (www.aisre.it). Dalla stessa data potranno essere inviati i paper fino e non oltre il 3 settembre 2018. Tutti i paper inviati saranno resi disponibili in tempo reale sul sito per la consultazione.

Il Programma scientifico della Conferenza verrà redatto sulla base delle iscrizioni perfezionate attraverso il pagamento delle quote e verrà pubblicato sul sito dell’Associazione entro il mese di luglio. Dal programma definitivo e dal sito verranno comunque eliminate le relazioni di cui non risulterà pervenuto entro il 22 giugno 2018 il pagamento delle quote d’iscrizione. Non è previsto per gli autori di contributi e poster il pagamento dell’iscrizione in sede della conferenza.

Il Presidente di sessione sarà scelto e contattato dal Segretario tra gli iscritti alla Conferenza. Il Presidente svolgerà la funzione di coordinatore della sessione. Ogni relatore svolgerà la funzione di discussant del paper successivo; ove mancante il relatore, il ruolo di discussant è assunto dal Presidente.

L’A.I.S.Re, per promuovere la diffusione delle Scienze Regionali fra i giovani studiosi, premia i migliori lavori con i riconoscimenti di seguito indicati:

  • Premio di laurea e Premio di dottorato. L’A.I.S.Re bandisce annualmente un concorso per un premio di laurea e un premio di dottorato. I vincitori del concorso sono tenuti a presentare un contributo ricavato dalla tesi di laurea o di dottorato a una sessione della Conferenza Italiana di Scienze Regionali. L’Associazione si riserva di pubblicare i saggi ritenuti particolarmente interessanti nella propria collana di Scienze Regionali. Saranno prese in considerazione solo le candidature pervenute entro il 5 aprile 2018. L’esito della selezione verrà comunicato agli autori entro l8 maggio 2018 e l’elenco dei lavori premiati sarà pubblicato sul sito dell’Associazione.
  • Premio per il miglior saggio presentato da un giovane studioso (in collaborazione con GSSI). Al fine di incentivare la partecipazione dei giovani, l’A.I.S.Re, con il contributo del GSSI, ha deciso di premiare il paper più innovativo e originale presentato e scritto da un giovane studioso delle scienze regionali. Saranno presi in considerazione solo i paper pervenuti entro il 21 maggio 2018 e scritti interamente da giovani studiosi. Per giovane studioso è da intendersi colei/colui che, alla data di inizio della Conferenza, non abbia ancora compiuto 35 anni. Il premio non è cumulabile con gli altri premi e riconoscimenti istituiti dall’A.I.S.Re nello stesso anno. L’esito della selezione verrà comunicato al vincitore entro il 4 giugno 2018 e l’elenco dei lavori premiati sarà pubblicato sul sito dell’Associazione.

Le domande di partecipazioni e relative istruzioni vengono pubblicate con apposito bando consultabile sul sito dell’associazione ww.aisre.it, nella sezione Premi.

  • Premio per il miglior poster. Il premio è rivolto al poster dai contenuti più originali, più esaustivo nella presentazione, più comunicativo e capace di sintesi. Il premio verrà assegnato tra i poster presentati alla Conferenza, a seguito della valutazione di una Commissione appositamente costituita.

QUOTE E MODALITÀ DI ISCRIZIONE ALL’ASSOCIAZIONE E ALLA CONFERENZA

Per iscriversi alla Conferenza in qualità di autore o coautore di paper è richiesta anche l’iscrizione all’Associazione come Soci (Individuali, Collettivi o Giovani). I Soci ricevono l’abbonamento alla rivista Scienze Regionali per l'anno solare successivo a quello dell’iscrizione (www.rivistasr.it/), i volumi della Collana di Scienze Regionali (FrancoAngeli) pubblicati durante l’anno dell’iscrizione, l’iscrizione alla Regional Science Association International (RSAI), che dà diritto all'abbonamento on-line alla rivista Papers in Regional Science per l’anno solare successivo all'iscrizione e all’opportunità di iscriversi a quota ridotta alle Conferenze annuali delle Associazioni internazionali European Regional Studies Association (ERSA) (www.ersa.org/) e Regional Studies Association International (RSAI) (www.regionalscience.org/).

Le iscrizioni all’associazione possono essere effettuate in concomitanza con l'iscrizione alla conferenza o in qualsiasi altro momento antecedente alla conferenza. Le iscrizioni eseguite dopo il mese di dicembre valgono per l'anno sociale successivo. L'anno sociale dell'A.I.S.Re decorre dal 1 luglio al 30 giugno.             

L’iscrizione alla Conferenza Annuale dà diritto a partecipare a tutte le sessioni, a ricevere i materiali della Conferenza e a beneficiare dei servizi previsti durante i lavori della Conferenza.

Per iscriversi alla Conferenza e all’Associazione occorre compilare i moduli di iscrizione presenti sul sito dell’Associazione (www.aisre.it). Le quote di iscrizione devono essere versate tramite un unico bonifico bancario. Le quote di iscrizione devono essere versate tramite un unico bonifico bancario, con spese a carico dell’ordinante, sul conto corrente intestato a:

A.I. S. Re. - Associazione Italiana di Scienze Regionali

IBAN: IT80T0200804642000105085070

Bic/Swift UNCRITM1O55

UniCredit, Filiale Via Ruggero Settimo 26, 90141 Palermo

I giovani soci devono inviare alla segreteria copia di un documento d’identità (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

Quote Associative 2018/2019 e di Iscrizione alla Conferenza Annuale

 

Per iscriversi alla Conferenza in qualità di autore o coautore di paper o poster è necessario essere iscritti all’Associazione come Soci (Individuali, Collettivi, Giovani). Le iscrizioni all’Associazione possono essere effettuate in concomitanza con l'iscrizione alla conferenza o in qualsiasi altro momento. Le iscrizioni eseguite dopo dicembre valgono per l'anno sociale successivo. L'anno sociale dell'AISRe va dal 1 luglio dell'anno in corso fino al 30 giugno dell'anno successivo.

Tipo di IscrizioneIscrizione all’AISReIscrizione alla ConferenzaTotale
entro il 21/05/2018 dopo il 21/05/2018 entro il 21/05/2018 dopo il 21/05/2018
Socio Senior - autore di contributo in sessione tematica € 130 € 120 € 220 € 250 € 350
Socio Senior - autore di contributo in sessione organizzata  € 130 € 100  € 200   € 230 € 330 
Socio Senior - autore di contributo in sessione poster € 130 € 50 € 160 € 180 € 290
Socio Senior - Organizzatore di sessione € 130 € 0 € 160 € 130 € 290
Socio Giovane (1) autore di contributo in sessione tematica/organizzata/poster € 65 € 50 € 160 € 115 € 225
Socio Collettivo (2) € 1.300 (4)  € 0 (primi 5 iscritti con codice) € 160  € 0 € 160 
€ 50 (dal 6° iscritto)  € 50
Uditore non autore di contributo (3)  € 0 € 120  € 120 € 120 € 120
Cena Sociale   € 35   €35  
Aperitivo EyesReg   € 10   € 10  
Note:
1) Si intende per "giovane socio" colui che alla data di inizio della Conferenza non abbia ancora compiuto il 35° anno di età. Tale condizione dovrà essere dimostrata allegando alla copia del bonifico bancario la fotocopia di un documento di riconoscimento.
2) Le quote di iscrizione alla Conferenza sono individuali e si applicano ai partecipanti afferenti a istituzioni che risultino iscritte a AISRe come Soci collettivi. Per i primi cinque iscritti la partecipazione alla Conferenza è a titolo gratuito.
3) Uditori sono i partecipanti che non sono autori di contributi presentati alla Conferenza.
4) La quota di 1.300 euro è a carico dell’ente che si fa Socio Collettivo a cui spetta anche il compito di comunicare i nominativi dei cinque autori di contributo che possono iscriversi alla Conferenza gratuitamente, entro il 21/05/2018.

 

Comitato Promotore

Marco Bellandi - Università di Firenze; Cristina Bernini - Università di Bologna; Roberta Capello - Politecnico di Milano; Riccardo Crescenzi - London School of Economics; Marusca De Castris - Università Roma Tre; Alessandra Faggian - Gran Sasso Science Institute; Giuseppe Espa – Università di Trento; Fiorenzo Ferlaino - IRES Piemonte; Anna Giunta - Università Roma Tre e Centro Rossi-Doria; Donato Iacobucci - Università Politecnica delle Marche; Patrizia Lattarulo - IRPET; Emanuela Marrocu - Università di Cagliari e CRENoS; Fabio Mazzola - Università di Palermo; Corinna Morandi - Politecnico di Milano; Rosanna Nisticò – Università della Calabria; Riccardo Padovani – SVIMEZ; Guido Pellegrini - Università di Roma “La Sapienza”; Vincenzo Provenzano - Università di Palermo; Laura Resmini - Università Milano Bicocca; Andrea Omizzolo - Eurac Research; Thomas Streifeneder - Eurac Research, Roland Psenner - Eurac Research e University of Innsbruck; Massimo Tagliavini - Libera Università di Bolzano; Sen. Francesco Palermo - Eurac Research e Università di Verona; Jens Woelk - Eurac Research e Università di Trento; Virna Bussadori - Provincia Autonoma di Bolzano;  Marianna Elmi - Segretariato Permanente della Convenzione delle Alpi.

Comitato Organizzatore Locale

Andrea Omizzolo (Responsabile COL) - Eurac Research - Istituto per lo sviluppo regionale; Thomas Streifeneder - Eurac Research; Federica Viganó - Libera Università di Bolzano; Virna Bussadori - Provincia Autonoma di Bolzano; Eleonora Psenner - Eurac Research; Anna Siebernagel - Eurac Research; Pier Paolo Mariotti - Eurac Research; Anna Carnielli - Eurac Research, Sara Parolari - Eurac Research, Adriano Bisello - Eurac Research.

Consiglio Direttivo A.I.S.Re

Guido Pellegrini (Presidente) - Università di Roma La Sapienza; Patrizia Lattarulo (Segretario) - IRPET; Vincenzo Provenzano (Tesoriere) - Università di Palermo; Marco Alderighi - Università della Valle d'Aosta; Marco Bellandi - Università di Firenze; Fiorenzo Ferlaino - IRES Piemonte; Francesca Gambarotto - Università di Padova; Donato Iacobucci - Università Politecnica delle Marche; Camilla Lenzi - Politecnico di Milano; Emanuela Marrocu - Università di Cagliari; Fabio Mazzola - Università di Palermo; Corinna Morandi - Politecnico di Milano; Rosanna Nisticò - Università della Calabria; Laura Resmini - Università Milano Bicocca; Francesca Silvia Rota - IRES Piemonte.

Revisori dei Conti

Marusca De Castris - Università Roma Tre; Giovanni Perucca - Politecnico di Milano; Davide Piacentino - Università di Palermo.

Sede della Conferenza

Eurac Research - Viale Druso 1, 39100 Bolzano (BZ) - www.eurac.edu

Segreteria Tecnica A.I.S.Re

Diana Sarmiento, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Altre informazioni saranno disponibili dall’inizio di febbraio 2018

sul sito web dell’Associazione: www.aisre.it

 Certificazioni 6 140826 GreenEvent logo 100 cmyk

La XXXIX Conferenza scientifica annuale ha ottenuto il riconoscimento di "GreenEvent” da parte della Provincia Autonoma di Bolzano