Le nuove sfide per il territorio e la politica regionale: teorie e metodi di analisi

A causa della pandemia COVID-19, la I° Scuola Estiva Aisre, programmata per luglio 2020 presso l' Università degli Studi di Milano-Bicocca, è stata trasformata nella I° Winter School Aisre e posticipata alla settimana dell'1-5 febbraio 2021.

Per chi fosse interessato, vi invitiamo ad inviare la documentazione richiesta alla prof. Laura Resmini (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) entro il 30 giugno 2020.

Date:  1-5 febbraio 2021

Sede: Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Di.SEA.DE

 

Call

Obiettivi e temi 

La scuola estiva si propone di affrontare alcune delle sfide che oggi caratterizzano lo sviluppo del territorio, a livello nazionale ed europeo, sulle quali si concentra il più recente dibattito della comunità delle scienze regionali. L’obiettivo della scuola è di insegnare un metodo di ricerca per studiare complessi argomenti positivi e normativi sia dal punto di vista concettuale sia empirico, sulla base di teorie e metodi avanzati. In questo ambito, la scuola si concentrerà sui seguenti temi: 

• Ricchezza e sviluppo: vecchi e nuovi indicatori a confronto 

• Le sfide globali (migrazioni e integrazione economica territoriale) 

• Città metropolitane e gerarchia urbana 

• Politiche regionali: strumenti, modelli e valutazioni di impatto 

 

Struttura del corso: 

La didattica è organizzata in lezioni frontali, alternate a laboratori pratici o seminari sugli argomenti proposti, secondo il seguente schema: 

ore 9.30-12.30 Lezione 

ore 14.00-16.00 Lezione o Laboratorio o seminario 

ore 16.30-18.30 presentazione degli studenti 

Le lezioni saranno tenuti da docenti qualificati ed esperti del tema, mentre i seminari ed i laboratori saranno affidati a ricercatori specializzati nel tema. Le presentazioni saranno in lingua inglese. 

Docenti: 

• Ricchezza e sviluppo: vecchi e nuovi indicatori a confronto (Paolo Veneri, OECD; Camilla Lenzi, Politecnico di Milano) 

• Migrazioni e globalizzazione: due sfide per la crescita dei territori (Alessandra Faggian, GSSI; Laura Resmini, Università di Milano-Bicocca; Andrea Ascani, Utrecht University) 

• Città metropolitane e gerarchia urbana (Ezio Micelli, IUAV, Venezia) 

• Politiche regionali: strumenti, modelli di previsione e valutazioni di impatto (Fabio Mazzola, Università di Palermo; Andrea Conte, EC-JRC; Simona Comi, Università di Milano-Bicocca; Luca Bettarelli, Università di Milano-Bicocca) 

 

Comitato organizzatore locale 

Laura Resmini, Università di Milano-Bicocca (Co-ordinatore) 

Luca Bettarelli, Università di Milano-Bicocca 

Simona Comi, Università di Milano-Bicocca 

Comitato Scientifico 

Roberta Capello (Politecnico di Milano); Cristina Bernini (Università di Bologna); Marusca De Castris (Università degli Studi Roma Tre); Alessandra Faggian (Gran Sasso Science Institute – GSSI); Patrizia Lattarulo (IRPET); Ilaria Mariotti (Politecnico di Milano); Rosanna Nisticò (Università della Calabria); Andrea Omizzolo (EURAC); Guido Pellegrini (Università di Roma La Sapienza); Giovanni Perucca (Politecnico di Milano); Davide Piacentino (Università di Palermo); Vincenzo Provenzano (Università di Palermo); Elena Ragazzi (IRCrES - CNR); Francesca Silvia Rota (IRES Piemonte); Domenico Scalera (Università del Sannio). 

Come partecipare 

Possono candidarsi a partecipare alla scuola estiva dottorandi e ricercatori ad inizio carriera (ovvero chi ha conseguito un dottorato di ricerca da non più di tre anni al momento della presentazione della domanda) provenienti da università o centri di ricerca italiani. 

La candidatura è avanzata inviando il proprio CV (formato europeo, massimo 5 pagine) e un abstract di un progetto di ricerca/articolo scientifico a cui il candidato sta lavorando (massimo 2.000 parole). Il comitato di selezione valuterà le candidature ricevute. Il CV e la qualità dell’abstract, per quanto concerne la sua rilevanza con i temi delle scienze regionali, sono gli unici criteri su cui si basa la selezione. I candidati selezionati avranno poi la possibilità di presentare in modo dettagliato il progetto di ricerca/articolo oggetto della domanda durante la Scuola estiva. 

I candidati dovranno inviare la propria domanda di partecipazione al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro il (20 marzo) posticipata al 30 aprile 2020. Nell’oggetto del messaggio, si prega di specificare “NOME DEL CANDIDATO – Domanda di partecipazione alla Scuola estiva AISRe”. 

I candidati selezionati, in un numero massimo di venticinque, riceveranno notifica dell’esito della selezione entro il 15 aprile 2020. 

La Scuola estiva A.I.S.Re non prevede alcuna tassa di iscrizione. Vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti. La possibilità di alloggiare a prezzo contenuto in residenze universitarie verrà discussa dopo l’accettazione, sulla base della disponibilità di posti. Per partecipare alla Scuola Estiva è necessario che i candidati selezionati si iscrivano all’Associazione come soci individuali. Informazioni relative a come diventare socio A.I.S.Re sono reperibili sul sito dell’Associazione (https://www.aisre.it/associazione/iscriversi). L’iscrizione all’associazione include, oltre alla partecipazione alla scuola: 

- l’abbonamento alla rivista SR-Scienze Regionali (https://www.mulino.it/riviste/issn/1720-3929) per l'anno solare successivo a quello dell’iscrizione (2021); 

- i volumi della Collana di Scienze Regionali (FrancoAngeli) pubblicati durante l’anno sociale di iscrizione; 

- l’iscrizione alla Regional Science Association International (RSAI), che dà diritto all'abbonamento on-line alle riviste Papers in Regional Science e Regional Science Policy and Practice per l’anno solare successivo all'iscrizione (2021); 

- l’opportunità di iscriversi a quota ridotta alle Conferenze annuali delle Associazioni internazionali European Regional Science Association (ERSA) (www.ersa.org) e Regional Science Association International (RSAI) (https://regionalscience.org/

Al termine dell’evento, l’AISRe rilascerà un attestato di partecipazione a coloro che avranno partecipato a tutte le giornate della scuola.